Le migliori Cuffie Gaming: Pensa solo alla vittoria!

Sei alla ricerca delle cuffie più adatte al gaming? I modelli in commercio sono veramente tanti e dai prezzi e dalle caratteristiche più disparate. Ecco una guida alla scelte delle migliore cuffie gaming per PS4 e Xbox per ottenere la miglior esperienza di gioco possibile. Un audio perfetto, infatti, permette di immergersi completamente nella realtà virtuale, ma non sempre è facile scegliere, vista la vastità di modelli presenti sul mercato.

Le caratteristiche delle cuffie

La scelta deve essere guidata innanzitutto dal criterio della comodità. Trascorrendo varie ore con le cuffie in testa, sarà fondamentale che queste non creino dolore alle orecchie. Sarà quindi importante accertarsi della morbidezza e della traspirabilità, ma anche testare le cuffie prima dell’acquisto in modo da evitare spiacevoli sorprese.
Può sembrare un particolare secondario, invece per le cuffie gaming quello della lunghezza del filo è un dettaglio fondamentale da prendere in considerazione. Di base le cuffie dedicate agli appassionati di videogiochi hanno un cavo più lungo rispetto a quelle pensate per l’ascolto della musica, proprio per dare al giocatore più libertà di muoversi. Meglio quindi accertarsi al momento dell’acquisto che la lunghezza ci permetta di sederci magari sul divano.

Il microfono: che ruolo ha?

Non va dimenticato il ruolo del microfono. Quando infatti è necessario comunicare con gli altri membri del gruppo online ci si rende conto di quanto importante sia il microfono: una buona qualità dell’audio sarà importante per comprendersi a vicenda.
E’ quindi possibile optare per un microfono che sia integrato nelle cuffie, ma anche – per cercare una soluzione di maggiore qualità – un microfono a parte, sfruttando le due distinte uscite presenti sul pc.
Sicuramente sarà preferibile optare un paio di cuffie dotate di noise cancelling, ovvero la tecnologia che permette la riduzione, se non la cancellazione, del rumore di fondo.
Va poi operata la scelta tra microfono unidirezionale o omnidirezionale.

La connettività

C’è poi la questione della scelta del tipo di connessione: la scelta è tra il jack e il connettore Usb. La prima opzione prevede il collegamento della cuffia alla scheda audio, mentre nella seconda ipotesi viene impegnato un connettore Usb. Tutto ciò porta ad una differenza sostanziale: nel caso del jack sarà il computer a convertire il digitale in analogico utilizzando la scheda audio, nel caso in cui si opti invece per l’Usb, il codec è quello della cuffia e non è detto che si di qualità e garantisca una buona qualità del suono.
Come stabilire quale sia l’opzione migliore? Risulta abbastanza semplice: se si possiede una buona scheda audio nel pc, meglio delle cuffie che funzionano tramite jack, diversamente conviene utilizzare l’Usb e sfruttare la scheda integrata nelle cuffie.

Cuffie stereo e cuffie sorround

Scegliere le cuffie prevede la scelta tra i modelli sorround, con audio a due canali, e i modelli stereo a 5.1 o 7.1 canali.
Le cuffie sorrounf sono senza ombra di dubbio le più indicate dal momento che garantiscono un’elevata qualità. Ovviamente anche il prezzo sarà più alto rispetto agli altri modelli.
Come già anticipato, il suono è di origine digitale, quindi la sua qualità dipende anche dalla scheda audio installata sul pc o nella console di gioco.
Meglio accertarsi che le cuffie vendute come surround dispongano effettivamente di tale tecnologia: meglio diffidare dunque di cuffie sorround vendute a prezzi stracciati.
Gran parte delle cuffie proposte come surround offrono infatti un sistema virtuale. Dispongono cioè di due speaker come le stereo, ma emulano il sorround e per farlo hanno spesso bisogno di un software da installare sul computer.

Le cuffie wireless

Abbiamo parlato di lunghezza del filo, ma i gamer sanno molto bene che la soluzione ideale è quella delle cuffie wireless.
Anche qui, però, vanno operate delle distinzioni, perché molto dipende dal tipo di connettività prescelta.
La tecnologia ad infrarossi è la più economica, seguono la radiofrequenza o bluetooth. Le cuffie ad infrarossi costano sicuramente di meno, ma hanno un raggio d’azione molto limitato e sono soggette ad interferenze. Passando alla tecnologia bluetooth, questa garantisce una qualità audio migliore, non ha bisogno di ricevitori esterni ma ha un raggio di azione inferiore rispetto alla radiofrequenza.
Da tenere a mente, però, che le cuffie wireless vanno ricaricate: ecco perché potrebbe succedere che nel mezzo di una sessione di gioco la batteria ci abbandoni sul più bello. Questo non avverrà mai, invece, per le cuffie dotate di filo, che ovviamente non hanno bisogno di essere ricaricate.
Da capire, quindi, quale rappresenti l’opzione migliore in base al tipo di utilizzo specifico che ne fate.

Compatibilità con Pc e console di gioco

Non bisogna dimenticare, al momento dell’acquisto, di verificare la compatibilità delle cuffie da gaming con il dispositivo che si andrà ad utilizzare. Si trovano infatti sul commercio modelli compatibili soltanto con il personal computer, utilizzabili solo con Playstation o con XBox o ancora compatibili con entrambe.

Il costo

I prezzi delle cuffie da gaming, viste le molte variabili, hanno costi molto differenziati. si va da quelle economiche che possono partire dai 20 euro, a quelle di fascia alta che partono dai 100 euro a salire.

L’estetica

Anche l’estetica vuole la sua parte, anche per le cuffie dedicate agli appassionati di videogiochi.
Prima di tutto va detto che le cuffie possono avere diversi formati: quello più utilizzato è l’over-ear, ovvero quello che copre dall’esterno il padiglione auricolare. Meno di frequente vengono invece usate le cuffie dal formato on-ear, che risultano senza dubbio più comode e leggere ma garantiscono uno scarso isolamento dai rumori esterni.
In genere le cuffie da gaming sono vendute con dei padiglioni aggiuntivi all’interno della confezione. Questi rappresentano a volte i ricambi di quelli già montati, altre volte sono prodotti con materiali diversi e possono quindi essere sostituiti dal gamer se li preferisce.
Questi elementi, assieme alla comodità, vanno sempre tenuti presenti e devono guidare il gamer nella scelta delle cuffie migliori. Solo dopo arriva il fattore estetico. Colori sgargianti, led colorati: ormai sul mercato si trova di tutto e di più ma è bene evitare di soffermarsi esclusivamente sul fattore estetico per non ritrovarsi con cuffie scomode e di bassa qualità.

Le funzionalità

L’ultimo consiglio prima di procedere all’acquisto di un paio di cuffie gaming riguarda i controlli presenti. Sarà preferibile scegliere i modelli dotati di regolazione del volume separata tra l’audio del gioco e il microfono.
Altre funzionalità di cui tenere conto nella scelta sono: il pulsante di spegnimento della connessione WiFi, lo spegnimento o l’attivazione del sistema dolby surround, il pulsante per la gestione del microfono, la regolazione della luminosità delle luci delle cuffie in caso di loro utilizzo in un ambiente buio.
Se parliamo di cuffie di livello alto, infine, ci si può anche aspettare di trovare la funzione di personalizzazione e salvataggio del profilo audio. Un particolare che si rivela importante nel caso di impostazioni diverse per utilizzi distinti o nel caso di più di un utilizzatore.

Le opzioni presenti sul mercato sono veramente tante. Non resta, quindi, che individuare quelle che meglio si adattano al vostro tipo di utilizzo e verificarne le funzionalità. Non scordate di provarle, in modo da non aver altra preoccupazione se non quella di immergervi completamente nel gioco e avere come unico obiettivo la vittoria